La potenza della produzione industriale direttamente in ufficio

Ultimaker S5 Pro Bundle trasforma il flusso di lavoro della stampa 3D grazie alla gestione automatica del materiale, al filtraggio efficiente dell’aria e al controllo dell’umidità del filamento. Insieme, queste funzioni sbloccano la produttività 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e le applicazioni più impegnative grazie ad una gamma estesa di materiali.

di Alberto Marelli

Ultimaker ha presentato recentemente l’Ultimaker S5 Pro Bundle, composto dalla pluripremiata Ultimaker S5, dal nuovo Ultimaker S5 Air Manager e dalla Ultimaker S5 Material Station, che si integrano tra loro perfettamente.
Questa soluzione unica è testata per essere utilizzata senza assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e migliora notevolmente il flusso di lavoro e la produttività della stampa 3D, offrendo agli ingegneri la flessibilità di dedicare più tempo alle attività più importanti e meno tempo alla gestione e al monitoraggio della stampante 3D desktop.
L’Ultimaker S5 Pro Bundle trasforma i flussi di lavoro professionali tramite la gestione automatizzata dei materiali, aumentando la produttività, la flessibilità e la sicurezza per sbloccare un numero maggiore di applicazioni incentrate sull’industria.

Rendere la stampa 3D semplice, affidabile e accessibile
Come sopra citato, l’Ultimaker S5 Pro Bundle è composto da Ultimaker S5 Air Manager, che fornisce alla Ultimaker S5 un flusso d’aria chiuso dall’interno verso l’esterno, per un ambiente meglio controllato all’interno della stampante e filtra fino al 95% di tutte le particelle ultrasottili create durante la stampa. Tale riduzione consente di stampare una gamma più ampia di materiali in sicurezza e consente di dar vita a un ambiente più sicuro, in quanto crea una barriera fisica efficace che impedisce a chiunque di toccare le parti calde o in movimento. Ciò offre ai professionisti la tranquillità durante la stampa e al contempo la riduzione del rischio di interruzioni di stampa.
La Ultimaker S5 Material Station ridefinisce la conservazione e il rifornimento del filamento, consentendo un flusso di lavoro a doppia estrusione 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per una produttività e una costanza superiori rispetto ai risultati della stampa 3D. La Ultimaker S5 Material Station consente agli utenti di caricare le bobine di filamento, inclusi i compositi in fibra di vetro e carbonio, in sei alloggiamenti dotati di pre-alimentatori resistenti all’abrasione.
Non è più necessaria una supervisione costante e il materiale può essere caricato in modo semplice nella parte anteriore della stampante, in pochi secondi, non più in minuti.
Il gel di silice estrae l’umidità e si rigenera automaticamente, mantenendo la camera completamente chiusa a un tasso di umidità al di sotto del 40% persino in condizioni esterne dove la percentuale di umidità arriva fino al 70%.
La Ultimaker S5, lanciata ad aprile 2018, costituisce il cuore di questa soluzione pronta per il futuro. L’elevata affidabilità dei risultati di stampa, il volume di stampa più ampio e la pluripremiata interfaccia touch fanno della Ultimaker S5 una soluzione professionale indicata per la stampa di prototipi funzionali, strumenti di produzione e parti finali di dimensioni superiori.
“L’Ultimaker S5 Pro Bundle racchiude davvero il significato della stampa 3D senza intoppi”, afferma Paul Heiden, Vicepresidente Senior del reparto di gestione dei prodotti di Ultimaker. “Il nostro obiettivo è di rendere la stampa 3D semplice, affidabile e accessibile, al fine di accelerare il passaggio globale verso una distribuzione digitale e una produzione locale. Molti professionisti hanno espresso la necessità di un ambiente di stampa 3D più chiuso e noi comprendiamo il desiderio di uno stoccaggio asciutto del materiale e una gestione intelligente dei materiali, al fine di ridurre i rischi legati all’umidità, alla polvere e all’errore umano.
L’Ultimaker S5 Pro Bundle consente di contrastare tutti questi fattori e completa la nostra vision della reale stampa 3D da ufficio. Questa soluzione consente agli utenti di portare le proprie applicazioni di stampa 3D a un nuovo livello di qualità e coerenza, con maggiore flessibilità, efficienza e sicurezza”.

Maggiore affidabilità nella produzione dei componenti stampati in 3D
L’Ultimaker S5 Pro Bundle sta riscuotendo parecchio interesse da parte degli addetti ai lavori. “L’integrazione di Ultimaker S5 Air Manager e Ultimaker S5 Material Station con la stampante Ultimaker S5 rappresenta un ulteriore passo in avanti per portare la produzione additiva negli ambienti di produzione”, spiega Hugo da Silva, VP del reparto di produzione additiva di DSM. “Questa funzionalità aggiuntiva consentirà di stampare i materiali tecnici, come quelli della DSM con maggiore sicurezza e uniformità. Tutto questo porterà la tecnologia della produzione additiva alla portata di un maggior numero di aziende e ci aiuterà nella produzione del domani”.
“L’Ultimaker S5 Pro Bundle è un prodotto nuovo ed eccellente che consente una maggiore affidabilità nella produzione dei componenti stampati in 3D”, afferma Thomas Collet, Direttore Marketing – Business Unit dei materiali polimerici personalizzati di Lehmann&Voss&Co. “I nostri materiali di stampa 3D sono dedicati alle applicazioni industriali. Ciò implica la necessità di una qualità uniforme sia dei materiali che dei processi di stampa. In qualità di produttori di materiali siamo particolarmente entusiasti della Ultimaker S5 Material Station, che riduce le influenze ambientali sui materiali”.
Roger Sijlbing, Responsabile Vendite del reparto di produzione additiva di BASF, ha affermato: “In BASF, sviluppiamo materiali tecnici per la produzione additiva per consentire soluzioni industriali. Per officine, laboratori di ricerca e sviluppo o semplici uffici avere un ambiente sicuro è un fattore fondamentale. Il valore aggiunto dell’Ultimaker S5 Pro Bundle consiste nella capacità di gestire l’ambiente di un materiale durante la stampa e noi abbiamo sperimentato in prima persona l’influenza che l’assorbimento di umidità e il flusso dell’aria possono avere sulle proprietà meccaniche di una parte stampata.
Queste nuove soluzioni rappresentano delle aggiunte eccezionali per consentire applicazioni industriali con la stampa FFF”.