Modulare, connesso e interattivo: è il montaggio manuale 4.0

L’inizio della collaborazione tra STILL, nome di primo piano a livello globale nella logistica integrata, e Bosch Rexroth risale al 2014 ed è finalizzata alla digitalizzazione del processo di produzione secondo le logiche di Industria 4.0. Nello stabilimento STILL di Luzzara (RE), Bosch Rexroth è il fornitore di riferimento nell’ambito dei progetti
di assistenza e guida agli operatori impegnati in compiti di assemblaggio manuale.

di Sebastiano Mainarda

L’ampia gamma di prodotti STILL è composta da oltre 60 modelli adatti a rispondere a qualsiasi esigenza: dai carrelli controbilanciati elettrici e termici fino a 8 tonnellate, ai transpallet manuali; dai complessi carrelli trilaterali per magazzini intensivi, fino ai trattori. Prodotti disponibili sia per l’acquisto che per il noleggio (formula sempre più apprezzata da clienti alla ricerca di maggiore flessibilità e mezzi sempre aggiornati). STILL è un’azienda all’avanguardia anche in questo segmento, con oltre 20.000 carrelli a noleggio dislocati su tutto il territorio italiano.
“Siamo innovatori per tradizione”, ha detto Loreno Leri, Head of Marketing di STILL in Italia. “Da quando, nel 1945, abbiamo lanciato sul mercato l’EK 2000, un transpallet elettrico al tempo rivoluzionario, STILL è sempre stata pioniera dell’innovazione con tecnologie come la propulsione ibrida, che sta iniziando a diffondersi solo di recente in ambito automotive. Proprio l’impegno nello sviluppo di sistemi di propulsione innovativi e quanto più possibili ecosostenibili è uno dei tratti distintivi di STILL, che ne ha fatto un vero e proprio motto: ‘Mission Zero Emission’”.

L’impegno sul fronte della sicurezza
Un altro fronte sul quale STILL è all’avanguardia è quello della sicurezza. Su tutti i carrelli elevatori e le macchine da magazzino, infatti, sono disponibili sistemi di prevenzione che aumentano la sicurezza in conduzione, come le barre di contenimento laterali in assenza di cabina e sensori sulle cinture di sicurezza.
I carrelli possono essere dotati di sistemi attivi, che interagiscono direttamente con la macchina, come i dispositivi per il rilevamento ostacoli, la riduzione della velocità in condizioni particolari, la rilevazione di persone nell’area di lavoro del carrello. Ci sono poi i dispositivi passivi, che devono essere attivati dal conducente: avvisatori acustici e ottici, telecamere e puntatori laser che aiutano nel posizionamento del carico e nel prelievo, sistemi di riduzione delle prestazioni del carrello attivabili dall’operatore oppure di pesatura che consentono di evitare di sollevare troppo peso ed elevarsi ad altezze eccessive.

La partnership che guarda a Industria 4.0
STILL sviluppa ormai da anni soluzioni “4.0”, andando oltre il semplice carrello elevatore, integrandolo con software di magazzino, scaffalature e confezionando progetti personalizzati, chiavi in mano. Sono all’attivo già centinaia di progetti in questi segmenti di attività: carrelli da magazzino complessi, scaffalature, software di magazzino, soluzioni di logistica orizzontale, automazione e consulenza.
In questo contesto si inserisce la nascita della collaborazione con Bosch Rexroth, già nel 2014, per rispondere alla necessità di rinnovare completamente le postazioni di lavoro su una nuova linea di assemblaggio.
Dopo un’attenta analisi dell’offerta dei competitor, STILL ha scelto Bosch Rexroth per il proprio stabilimento produttivo di Luzzara (RE): tra i driver principali che hanno portato a preferirla rispetto ad altre aziende, ci sono la capacità di offrire un pacchetto molto ricco di soluzioni già a catalogo e la possibilità di ridurre le ore per industrializzare la linea produttiva.
Attualmente, Bosch Rexroth è il fornitore di riferimento per tutti i progetti che prevedono la realizzazione di strutture in alluminio customizzate per postazioni di lavoro e relativo allestimento.

Il sistema intelligente che guida gli addetti all’assemblaggio
ActiveAssist è il sistema, basato su un software liberamente configurabile, in grado di creare un dialogo fra le postazioni di montaggio fisiche e la sfera virtuale. Insieme a sensori, touchscreen, videocamere e proiettori, questo completo sistema di assistenza conduce con precisione i collaboratori nelle varie fasi operative, consentendo numerosi compiti di montaggio. Non a caso, ActiveAssist risponde alla necessità di STILL di avere un sistema intelligente che guidi l’operatore nel prelevare il materiale per la corretta tipologia di carrello. In alternativa ai tradizionali sistemi pick to light, ActiveAssist offre oggi a STILL numerosi vantaggi. Tra questi, maggiore flessibilità (nell’aumentare e ridurre il numero, dimensione e quantità di materiali a bordo linea), facilità di programmazione direttamente dall’end user, altre funzioni addizionali (non solo controllo del prelievo, ma controllo del ciclo di lavoro).
“Siamo molto soddisfatti della collaborazione con Bosch Rexroth”, hanno commentato Massimo Zucchelli e Daniele Aleotti, rispettivamente Industrial Engineering Manager e Industrial Engineer dello stabilimento STILL di Luzzara. “Abbiamo scelto il sistema ActiveAssist in quanto risponde alla necessità di avere un sistema intelligente che guidi l’operatore nel prelevare il corretto materiale per la corretta tipologia di carrello, riducendo gli errori e semplificando la gestione del materiale a bordo linea “.