Pick & place automatico più facile grazie ai portali

igus presenta la sua serie drylin, portali lineari e tri-assiali progettati per i processi di fine linea. Entrambe le versioni sono in grado di spostare carichi fino a 5 kg, all’interno di uno spazio di 800 x 500 mm per il portale lineare e di 800 x 800 x 500 mm per quanto riguarda il tri-assiale. Questi portali di igus rappresentano una valida soluzione di automazione semplice e veloce, che necessita di poco lavoro di programmazione.

di Maria Giulia Leone

igus ha ampliato la sua gamma di portali cartesiani della serie drylin e ha sviluppato due nuove versioni, lineare e tri-assiale, per spazi di lavoro maggiori rispetto alle versioni precedenti. Questa scelta è stata dettata dal fatto che in molti settori, dalle linee di smistamento alla tecnologia medicale, i robot cartesiani si stanno diffondendo sempre di più nelle aziende che scelgono di automatizzare mansioni di tipo pick & place, cercando soluzioni facili e veloci da integrare. I robot cartesiani, da qualche tempo ormai, rappresentano una scelta vantaggiosa per le aziende, sia grandi che piccole, che hanno bisogno di adottare soluzioni di automazione che permettano di rientrare nell’investimento in tempi brevi: con l’ausilio di un portale, gli utenti possono svolgere le loro mansioni in modo economico, semplice e veloce, infatti è necessario solo un piccolo sforzo di programmazione.

Questi portali vengono utilizzati in applicazioni che si collocano per lo più alla fine della linea di produzione.
Questi portali vengono utilizzati in applicazioni che si collocano per lo più alla fine della linea di produzione.

Con questi due nuovi sistemi della serie drylin, gli utenti possono spostare fino a 5 kg. Entrambi i portali sono disponibili direttamente a magazzino, e si possono personalizzare in base all’applicazione specifica del cliente. Oltre agli articoli a magazzino, l’utente può configurare un portale personalizzato con corse fino a 6 m. A seconda delle esigenze del cliente è, inoltre, possibile configurare la lunghezza dell’asse e dei vari motori, ad esempio con catene portacavi e cavi igus. Partendo dai suoi assi lineari esenti da lubrificazione, igus ha sviluppato robot lineari con diversi livelli di assemblaggio. In base ai requisiti dell’applicazione, si possono scegliere portali a due assi X-Z o X-Y, oppure soluzioni articolate su tre assi X-Y-Z. Per permettere agli utenti di spostare carichi maggiori all’interno di spazi di lavoro più ampi, igus ha sviluppato due soluzioni per portate maggiori: un portale lineare e un portale tri-assiale.

Questi portali vengono utilizzati in applicazioni pick & place, “bin picking” o per mansioni di smistamento.
Questi portali vengono utilizzati in applicazioni pick & place, “bin picking” o per mansioni di smistamento.

Ideali per smistamento pick & place e bin picking

I due nuovi portali sono composti da assi lineari preconfigurati in alluminio e da motori passo-passo NEMA con encoder. Con una velocità massima di 1 m/s, il nuovo portale lineare è in grado di reggere carichi fino a 50 N su un ampio spazio di lavoro di 800 x 500 mm. Il portale tri-assiale di igus si presta a mansioni più complesse. Con questa versione è possibile spostare carichi fino a 50 N in uno spazio di lavoro di 800 x 800 x 500 mm, a una velocità massima di 0,5 m/s. Due assi lineari con cinghia dentata ZLW e un asse a cremagliera GRR garantiscono movimenti precisi e funzionamento a secco.

La serie drylin è stata aggiornata con due nuovi portali, uno lineare e uno tri-assiale.
La serie drylin è stata aggiornata con due nuovi portali, uno lineare e uno tri-assiale.

Questi portali vengono utilizzati in applicazioni pick & place, “bin picking” o per mansioni di smistamento, processi che si collocano per lo più alla fine della linea di produzione. Un esempio è la sua applicazione in SSI Schäfer, specialista dell’intralogistica. In questo caso, il portale lineare drylin assicura la fornitura automatizzata di prodotti delicati grazie a una scatola termoformata. Con l’imballaggio appositamente sviluppato e grazie all’utilizzo del portale lineare è stato possibile preselezionare maniglie di colori diversi per la produzione di un apparecchio domestico. Gli scenari di utilizzo dei robot a portale sono molteplici, anche nella microelettronica e nell’automazione di controllo.

0 Condivisioni