Sistemi portacavi speciali per camere bianche

Dallo specialista in catene portacavi Kabelschlepp arrivano due innovative soluzioni progettate specificamente per operare in camere bianche conformi alle più alte classificazioni. Cleanveyor, certificato ISO-Classe di pulizia 1, garantisce una lunga durata con oltre 10 milioni di cicli di lavoro e si caratterizza per un livello di rumorosità particolarmente basso. Flatveyor, conforme alla normativa ISO-Classe di pulizia 2 e dotato di una struttura leggera e salvaspazio, è costituito da elementi di supporto in grado di guidare i cavi e i tubi flessibili in modo stabile.

di Sergio Soriano

Cleanveyor e Flatveyor sono due sistemi innovativi appositamente progettati dallo specialista in catene portacavi Kabelschlepp per camere bianche conformi alle più alte classificazioni. I sistemi consentono la guida di cavi e tubi in guaine flessibili ma robuste. Si tratta di una soluzione che non è soltanto particolarmente leggera, silenziosa e salvaspazio, ma garantisce anche un’abrasione nulla o minima. “Entrambi i sistemi contribuiscono ad ampliare in modo ottimale la nostra gamma di catene portacavi”, afferma Peter Sebastian Pütz, Key Account Manager Business Development di Kabelschlepp. “Sono stati sviluppati specialmente per camere bianche e soddisfano i requisiti per questo settore su tutta la linea”.
Il sistema Cleanveyor è certificato ISO-Classe di pulizia 1 e quindi è il prodotto ideale per l‘utilizzo in apparecchiature per la produzione e collaudo per semiconduttori, LED e OLED.
È una soluzione particolarmente silenziosa con un livello di rumorosità inferiore a 38dB (A) e offre il vantaggio di una lunga durata in termini di longevità con oltre 10 milioni di cicli. Cleanveyor è disponibile a richiesta con cavi connettorizzati e tubi pneumatici, che vengono preinstallati in base alle esigenze del cliente.

Struttura leggera e salvaspazio
Flatveyor è un sistema cavi piatto conform e alla normativa ISO-Classe di pulizia 2 che, grazie agli elementi di supporto interno, consente di realizzare corse sino a 3 m e velocità sino a 2 m al secondo.
Gli elementi di supporto fungono da guide affidabili, che possono essere spostate lungo il raggio di curvatura previsto in una direzione, guidando i cavi e i tubi flessibili in modo stabile.
Per una corsa regolare il sistema si muove con il minimo raggio di curvatura dei cavi, mentre il passo corto riduce la rumorosità e la vibrazione durante il movimento. La struttura si ispira a un cavo piatto ed è particolarmente leggera e salvaspazio. Inoltre, si integra senza problemi nelle installazioni.
Nel complesso questa soluzione consente, su tratti semplici, di ridurre rumore e polvere nelle camere bianche, riducendo di conseguenza anche i costi complessivi.
Il precursore della digitalizzazione
La digitalizzazione cambia il tipo e il modo con cui si vive e si lavora: basti pensare alla lavagna digitale sino all’ambiente produttivo collegato in rete. Anche i sistemi più intelligenti necessitano comunque sempre di un conduttore per l’alimentazione di corrente e lo scambio di dati e di segnali. Qui entrano in gioco le catene portacavi di Kabelschlepp, che proteggono e conducono i cavi. Poiché le esigenze del cliente sono sempre in primo piano, anche gli strumenti digitali sono a vantaggio del cliente: OnlineEngineer oppure Quickfinder sono gli strumenti digitali che facilitano in modo intuitivo l’orientamento nel vasto portfolio produttivo dell’azienda.