Disponibile la nuova versione

CAM2® presenta CAM2 2019, una piattaforma software di misurazione 3D intelligente tramite una maggiore facilità d’uso, interattività e flessibilità migliori e un’intelligenza mirata e fruibile.

di G.S.

CAM2®, filiale italiana del gruppo FARO, ha lanciato la piattaforma software di metrologia CAM2 2019, appositamente progettata per consentire agli utenti dei prodotti hardware di metrologia CAM2 di raggiungere il livello più alto di prestazioni di misurazione nel settore automobilistico, aerospaziale, macchine utensili, fabbricazione di prodotti metallici e in una vasta gamma di settori produttivi.
Gli hardware integrabili includono la sonda di scansione a colori CAM2 PrizmTM e la famiglia di prodotti 6Probe Laser Tracker, introdotte di recente. Questa release è stata sviluppata sulla base della grande quantità di feedback inviati dagli utenti sull’apprezzata versione CAM2 2018, introdotta un anno fa. CAM2 2019 definisce un nuovo standard per la metrologia intelligente tramite una maggiore facilità d’uso, interattività e flessibilità migliori e un’intelligenza mirata e fruibile.
Usabilità ed efficienza ottimizzate
Oltre alla stretta integrazione con i prodotti di metrologia CAM2 che consente un’esperienza utente senza interruzioni, CAM2 2019 offre un’interattività e un’usabilità di alto valore. Ad esempio, gli utenti di 6Probe possono ora programmare le configurazioni dei pulsanti e quindi interagire con il software attraverso il dispositivo in tempo reale.
Inoltre, gli utenti della sonda di scansione CAM2 possono trarre vantaggio dal riscontro visivo immediato sulla qualità del pezzo grazie a scansioni a colori delle deviazioni dal vivo. Infine, con lo strumento di importazione CAD universale integrato, è possibile importare direttamente tutti i principali formati di file CAD in CAM2. Ciò migliora il flusso di lavoro eliminando la necessità di doppie conversioni, che richiedono molto tempo.

Guida intelligente
CAM2 2019 include un set standard di istruzioni software, o routine, che guidano automaticamente gli utenti nell’esecuzione di operazioni specifiche, sia in modo visivo che sonoro. Questo riduce notevolmente il livello di competenza tecnica richiesto per l’utilizzo delle soluzioni di misurazione 3D dei dispositivi CAM2, abbrevia il flusso di lavoro e consente agli utenti di concentrare maggiormente l’attenzione sui risultati della misurazione. Inoltre, i profili di scansione preimpostati semplificano ulteriormente il processo end-to-end poiché permettono agli utenti di selezionare l’impostazione di scansione appropriata per il tipo di pezzo specifico alla semplice pressione di un tasto.

Intelligenza fruibile tramite il controllo statistico del processo
CAM2 2018 includeva il Centro di controllo RPM (Repeat Part Management, gestione ripetuta delle parti), uno strumento di reporting integrato basato sul web in grado di fornire risultati di ispezione in tempo reale e un’analisi approfondita delle tendenze attraverso contenuti visivi adattabili e facili da gestire.
La funzionalità RPM consente inoltre di sviluppare uno specifico processo di ispezione una sola volta, per poi ripeterlo e consentirne l’esecuzione da parte di chiunque sulla linea produttiva.
CAM2 2019 evolve questa funzionalità e la trasforma in intelligenza fruibile, fornendo grafici e risultati basati sulla statistica per l’analisi delle tendenze e le notifiche predittive.
Queste notifiche non solo avvisano quando l’obiettivo di misurazione sta per superare le tolleranze, ma offrono anche informazioni avanzate sul processo e sui motivi per cui la situazione si sta verificando.
“In questo periodo nel 2018, quando annunciammo CAM2 2018, evidenziammo che i nostri sforzi di sviluppo software sarebbero stati indirizzati verso l’obiettivo di consentire ai nostri clienti di realizzare appieno il potenziale operativo del loro hardware CAM2”, ha affermato Pete Edmonds, Vice President 3D Manufacturing. “CAM2 2019 fa un enorme passo avanti nell’evoluzione continua della piattaforma ridefinendo le aspettative del settore riguardo a ciò che un software di misurazione possa e debba fare per ottimizzare l’esperienza e il valore della misurazione end-to-end”.