Uno standard per la connettività in chiave Industria 4.0

BIG KAISER aderisce allo standard umati e promuove l’interoperabilità e la connettività delle macchine utensili.

di A.M.

BIG KAISER ha recentemente aderito ad umati (Universal Machine Tool Interface), un’iniziativa di VDW (Associazione tedesca dei costruttori macchine utensili) che si pone come obiettivo quello di stabilire un linguaggio standard unico per le macchine utensili così da abilitare pienamente la connettività in chiave Industria 4.0.
In occasione di EMO 2019, BIG KAISER ha partecipato a una serie di dimostrazioni dal vivo previste allo stand di umati. Inoltre, presso il proprio spazio espositivo ha mostrato la sua gamma di utensili automatizzati, come la nuova testa di alesatura EWA montata su centro di lavoro CNC e collegata a PC, che può caricare i parametri di taglio sul cloud e condividerli con altri computer proprio grazie allo standard di umati.
Jose Fenollosa, Head of R&D di BIG KAISER, sottolinea l’impegno dell’azienda nella direzione della standardizzazione. “BIG KAISER ricerca costantemente soluzioni innovative per implementare nuove tecnologie nei propri utensili, così da consentire agli utilizzatori di approfittare di tutti i vantaggi che derivano dall’introduzione di computer e automazione nei processi produttivi. La collaborazione con umati ci permetterà di incrementare la sofisticazione dei nostri prodotti rendendo l’integrazione tra sistemi il più semplice possibile, e di mettere a disposizione dei nostri clienti la connettività necessaria per cogliere appieno le opportunità di Industria 4.0. Per esempio, grazie ai dati raccolti dai diversi sensori presenti sugli utensili sarà possibile effettuare analisi approfondite, rendendo così le lavorazioni ancora più efficienti”.

Uno standard aperto
umati realizza un’interfaccia flessibile e standardizzata per lo scambio dei dati nelle macchine utensili; in questo modo, è possibile approfittare di una comunicazione senza soluzione di continuità tra macchine, sistemi e software anche di fornitori diversi.
umati è basato sul protocollo standard internazionale OPC UA, che abilita un’integrazione semplice, veloce e sicura nei sistemi IT tra macchine e componenti quali gli utensili, con un notevole risparmio di tempo e denaro.
L’Associazione tedesca dei costruttori di macchine utensili (VDW) ha presentato umati per la prima volta in occasione dell’edizione precedente di EMO, nel settembre 2017. Oggi, 70 aziende da 10 diversi Paesi hanno scelto di aderire all’iniziativa e sono coinvolte direttamente nel progetto.
L’interfaccia umati è basata su uno standard aperto, che consente a macchine e periferiche di integrarsi e collegarsi a ecosistemi IT anche personalizzati.