Una forte passione per il packaging

Giurgola Stampi è specializzata da oltre trentacinque anni nella progettazione e realizzazione di stampi multicavità a iniezione per la produzione di tappi, capsule, erogatori e chiusure filettate per svariati settori industriali. Per garantire ai propri stampi la massima affidabilità, Giurgola Stampi si affida alle soluzioni dell’azienda austriaca Meusburger.

di Alberto Marelli

Oltre trentacinque anni di attività e più di mille stampi realizzati: questa è la carta d’identità di Giurgola Stampi, azienda brianzola con sede a Capriano di Briosco specializzata nella costruzione di stampi multicavità a iniezione per la produzione di tappi, capsule, erogatori e chiusure filettate per svariati settori: cosmesi e detergenza, farmaceutica, aerosol e alimentare. “L’azienda ha spinto la propria produzione verso quattro principali settori di riferimento, e si è specializzata nella realizzazione di stampi per tappi filettati e flip top di qualsiasi forma e tipologia, affermandosi come leader sia per gli stampi a svitamento sia per gli stampi di capsule flip top”, spiega Paolo Vegetti, Responsabile dell’Ufficio Tecnico di Giurgola Stampi. “È un settore dove è importante la prestazione dello stampo a livello del ciclo di stampaggio oltre alla qualità a livello estetico del prodotto finito. Ed è per questo motivo che i nostri competitor sono i principali costruttori di stampi a livello europeo”. “Per la produzione di prodotti usa e getta come i tappi – interviene Gianmario Sironi, Responsabile Officina di Giurgola Stampi – si utilizza la più alta tecnologia disponibile in modo da ridurre al minimo il costo finale del prodotto stampato. Sono attrezzature che devono lavorare ininterrottamente per lunghi periodi di tempo, quindi il processo di progettazione e costruzione degli stampi deve essere altamente performante”.

Pezzi sempre più complessi ed efficienze sempre più elevate
Giurgola Stampi pone le sue basi nel 1983. Dalla prima specializzazione nella produzione di tappi filettati, la filosofia aziendale è sempre stata indirizzata verso la ricerca di nuove soluzioni: questa predisposizione ha portato all’acquisto di macchinari che permettessero di sperimentare la realizzazione di prodotti tecnologicamente avanzati e ad aprirsi a nuovi mercati. Investire in brevetti tecnici e mantenere un atteggiamento dinamico è stata quindi la spinta per evolvere verso la costruzione di stampi che realizzassero pezzi sempre più complessi ed efficienze sempre più elevate, e proporsi a una clientela internazionale. Ed è per questo che l’azienda ora esporta in Europa, Turchia, Centro e Sud America. Il centro nevralgico di Giurgola Stampi è l’ufficio tecnico; la ricerca dell’efficienza comincia infatti da questo reparto. “Accompagniamo il cliente in tutte le fasi del progetto, dall’analisi e progettazione del pezzo fino alla messa in produzione dello stampo”, sottolinea Vegetti. “La nostra esperienza ci permette di ideare e sviluppare stampi per materie plastiche rispettando il miglior equilibrio possibile tra design, funzionalità ed estetica”. “Giurgola Stampi garantisce un servizio “chiavi in mano”: il nostro committente ci fornisce il disegno del tappo che vuole realizzare e noi gli forniamo il processo produttivo con l’ingegnerizzazione del prodotto”, afferma Sironi. In azienda lavorano circa trenta dipendenti con esperienza tecnica ultra-decennale, sedici dei quali in attrezzeria e sei in ufficio tecnico.

Un’azienda digitalizzata
I reparti produttivi di Giurgola Stampi sono improntati all’innovazione. Visitando l’attrezzeria si nota quanto l’azienda negli ultimi due anni abbia investito in tecnologie legate a Industria 4.0 allo scopo di garantire un processo produttivo efficiente e controllato. Tutte le attrezzature e le risorse sono interconnesse tra loro: sistemi fisici e digitali si parlano in tempo reale e apportano benefici in tutte le fasi produttive. “I software ci aiutano a controllare l’efficienza produttiva, ma la vera rivoluzione 4.0 risiede nella capacità delle persone di vedere la produzione da una prospettiva differente, non esclusivamente focalizzata sulla mera esecuzione. I nostri tecnici infatti interagiscono costantemente con le applicazioni 4.0 e monitorano in tempo reale la qualità della pianificazione e della produzione, così da rendere sempre più efficienti le attività dei reparti e l’elaborazione dello stampo”, afferma Vegetti.
All’interno dell’area produttiva è presente un’isola automatizzata con robot antropomorfo, che interconnette cinque macchine: tre centri di fresatura a 3 e 5 assi con due elettroerosioni a tuffo. “Grazie a questa isola di lavoro – attiva 24 ore al giorno per 7 giorni la settimana – realizziamo le lavorazioni di finitura sui tasselli che costituiscono la parte figura dello stampo”, afferma Sironi.
In attrezzeria è presente anche un centro di fresatura pallettizzato per la realizzazione dei portastampi, di dimensioni massime 1.400 mm.
“La nostra filosofia è di seguire internamente quasi tutto il ciclo di costruzione dello stampo, lasciando a contoterzisti di fiducia la realizzazione della foratura profonda e dei trattamenti e rivestimenti”, spiega Sironi. Il Management della società sta comunque valutando se in un prossimo futuro portare internamente anche queste attività.

Servizio di collaudo interno
Un altro aspetto all’interno del processo produttivo al quale Giurgola Stampi dedica notevole attenzione è il controllo Qualità. “Solo una volta superati attenti controlli, lo stampo può essere impiegato nella fase di produzione vera e propria”, spiega Vegetti.
Per garantire alla committenza un ottimo risultato, l’azienda mette a disposizione un servizio di collaudo interno. Ogni stampo viene sottoposto a una diligente analisi di tutte le parti, verificando che ogni requisito del progetto sia stato rispettato e dimostrando la completa idoneità del prodotto. “Il collaudo è una parte fondamentale del nostro processo produttivo, ciò ci permette di offrire al cliente un servizio a 360°”, afferma Vegetti.
Giurgola Stampi dispone infatti di un’area test dotata sia di macchine di misura a coordinate sia di macchine a iniezione bi-materiale da 80 fino a 650 t, munite di tutti gli accessori di ultima generazione. “Le nostre apparecchiature permettono di testare il prodotto al 100% attraverso, ad esempio, prove di sforzo e funzionalità”, sottolinea Vegetti.

Semplicità in ogni fase produttiva
Un’azienda che presta così tanta attenzione verso i più piccoli particolari, non può che utilizzare macchine, sistemi e componenti che garantiscano la massima affidabilità dello stampo. Non è quindi un caso che Giurgola Stampi collabori attivamente con la società austriaca Meusburger, specializzata nella costruzione di componenti normalizzati per stampi. “Collaboriamo con Meusburger ormai da molti anni. È un’azienda estremamente affidabile, conosciuta anche dai nostri clienti”, afferma Vegetti. “Utilizziamo una vasta gamma di prodotti a marchio Meusburger, a partire dalle piastre fino ad arrivare a punzoni, colonne, bussole, centratori, estrattori e altro ancora”.
Giurgola Stampi è una realtà manifatturiera che ricerca la semplicità in ogni fase produttiva: dalla progettazione all’assemblaggio dello stampo, anche per agevolare le fasi di manutenzione. Nulla è lasciato al caso. Ed è per questo motivo che, dove è possibile, utilizza per i propri stampi componenti standardizzati. L’utilizzo di normalizzati consente un elevato risparmio in tutti i settori. Questo inizia già con il precalcolo semplice e veloce grazie all’aiuto degli assistenti automatici della Meusburger. Con questo strumento, tutti i componenti del progetto possono essere assemblati in modo facile e veloce e possono essere salvati per un utilizzo successivo. I dati CAD della base portastampo standard completa possono essere esportati dallo shop online o dallo shop offline della Meusburger in tutti i sistemi CAD vigenti. In questo modo il progettista ha più tempo per concentrarsi sui punti chiave della progettazione dello stampo.
Giurgola Stampi sta attualmente valutando di usufruire di un altro servizio offerto da Meusburger: il taglio su misura di estrattori. “Attualmente riceviamo gli estrattori e internamente eseguiamo i tagli e le fasi di rettifica. Il servizio offerto da Meusburger è strategico perché a un costo conveniente si potrebbe aumentare ulteriormente la produttività in officina. È lavorando su questi piccoli particolari che possiamo migliorare un processo già altamente organizzato come il nostro”, spiega Vegetti.

Pronti ad affrontare le nuove sfide produttive
Il futuro di Giurgola Stampi è strettamente legato alle dinamiche del mercato. “Il settore della plastica sta attraversando un periodo di trasformazione, soprattutto legato alle tematiche ambientali, e noi dovremo essere pronti ad affrontare le nuove sfide produttive”, sottolinea Vegetti. “Sempre più spesso i tappi vengono realizzati in materiale ecologico, come ad esempio la canna da zucchero. Laddove un prodotto non potrà essere prodotto con un materiale ecologico, si tenderà a renderlo più leggero e di conseguenza meno impattante a livello di consumi di materiale plastico. Ma per alleggerire ciò che attualmente è già estremamente leggero saranno necessarie attrezzature tecnologicamente più avanzate in grado di stampare spessori sempre più ridotti”.