Stile, rinnovamento e tecnologia, tutto in un unico evento

AMADA Italia, in occasione dell’inaugurazione del nuovo show room del Technical Center di Pontenure ha tenuto a battesimo due nuove macchine dall’elevato contenuto tecnologico. Parliamo della combinata taglio laser punzonatrice EML-2515AJ Fiber e del sistema di taglio laser ENSIS-3015AJ Fiber con sorgente da 6 kW.

di Fabrizio Garnero

L’acqua in movimento è simbolo di rinnovamento nella cultura giapponese ed esprime la voglia di cambiare. È forse questa la ragione per cui entrando nello show room del Technical Center AMADA di Pontenure – totalmente rinnovato nello stile e nei contenuti – ci si imbatte in una gigantesca riproduzione punzonata della “La grande onda di Kanagawa” del pittore giapponese Hokusai. Un’immagine che, se pur nel significato reale e originale dell’opera simboleggi la forza della natura contro la labilità umana, è stata scelta, oltre che per il contenuto tecnologico che esprime in virtù della sua complessità realizzativa, anche per simboleggiare la volontà e una certa predisposizione al cambiamento di Amada Italia. Un’attitudine difficilmente riscontrabile in un colosso tecnologico della portata di Amada ma che invece la contraddistingue come ci ha appunto spiegato Maurizio Muzio, CEO di AMADA Italia in occasione dell’inaugurazione delo nuovo show room svoltasi il 5 e 6 aprile scorso.

Consapevoli di chi siamo, ma disponibili al cambiamento
“Al di là dell’impatto che questo evento possa avere sui clienti – afferma dunque Muzio – ritengo sia stato importante ripensare lo show room del nostro Technical Center perché ogni tanto è giusto rinnovarsi e rimettersi in discussione. È il decimo anno che siamo in questa sede di Pontenure; abbiamo quindi ritenuto fosse arrivato il momento di fare qualcosa per abbellire ulteriormente e rendere ancor più efficiente la nostra struttura nell’interesse di tutti; nostro, ma soprattutto dei clienti e, potenziali tali”.
“È un modo per rimettersi un po’ in discussione per essere sempre più pronti a rispondere alle sollecitazioni di un mercato che è in costante movimento e in continua evoluzione. Bisogna avere l’apertura mentale di non crede mai di essere arrivati e di non dare per scontate certe gerarchie di mercato. Occorre sempre avere la consapevolezza di chi si è, ma anche quell’umiltà che ti permette di non sottovalutare nulla e nessuno per approcciarti al meglio a qualsiasi potenziale utilizzatore. Il mettersi in discussione come abbiamo fatto noi significa quindi continuare a guardare al mercato con lungimiranza per essere pronti e magari anticiparne le esigenze future. Non farlo, a mio giudizio, è di sicuro un errore. L’acqua in movimento perpetuo che ritroviamo anche nel gioco delle fontane all’ingresso di questo plant di Pontenure, nella cultura giapponese, simboleggia proprio questo: una certa predisposizione al cambiamento per essere ancora più vicini alla nostra clientela. Entrando nel Technical Center, devono quindi avere fin da subito la sensazione di essere nel posto giusto per trovare e toccare con mano le risposte tecnologiche più adeguate alle loro esigenze produttive. Hardware o software che siano non fa differenza; devono sapere che noi siamo in grado di affiancarli e accompagnarli in un cammino tecnologico adeguato alle loro necessità presenti e future perché siamo in continuo movimento, così come loro”.

La nuova combinata con laser in fibra
Ciò che colpisce del restyling dello show room è innanzitutto l’eleganza e lo stile con una chiara impronta nipponica in cui nulla è lasciato al caso, a iniziare dalla suddetta riproduzione, per proseguire con una bandiera giapponese stilizzata e l’ampio spazio lasciato alla demo room dedicata al software, sempre più fondamentale nell’ottica di un’efficiente lavorazione della lamiera. L’inaugurazione del nuovo show room è stata anche l’occasione scelta da AMADA Italia per presentare il nuovo ENSIS-3015AJ Fiber con sorgente da 6 kW e la nuovissima combinata EML-2515AJ Fiber, una macchina innovativa che raccoglie l’alto contenuto tecnologico della sorella EML CO2 elevandolo a un nuovo livello di prestazioni conseguenti all’uso di una sorgente laser in fibra proprietaria da 3 kW e una torretta da 44 utensili con quattro stazioni di maschiatura (M2.5 – M8) che consentono di processare in automatico un range completo di particolari finiti, dai più semplici ai più complessi. Il campo di lavoro completamente racchiuso (secondo la norma vigente in materia di sicurezza) e un secondo punto di settaggio e approvvigionamento manuale dei singoli formati sono elementi distintivi e caratterizzanti la versatilità applicativa di questa macchina che trova nell’ampia disponibilità di automazione AMADA il naturale completamento delle sue funzionalità.

6 kW con nuove capacità produttive
Il nuovo ENSIS-3015 AJ Fiber con sorgente da 6 kW costituisce anch’esso una news piuttosto importante in casa AMADA. Con i generatori a fibra da 3, 6 e 9 kW, la serie di macchine ENSIS-AJ ha significativamente aumentato le proprie capacità produttive. Le versioni da 6 e 9 kW introducono il sistema di collimazione automatica, per fornire un assoluto controllo dello spot del fascio. Insieme alla tecnologia per il controllo variabile del fascio, consente sfondamenti ad altissima velocità, performance di taglio elevate e perpendicolarità del taglio notevolmente migliorata sugli spessori più alti.
L’utilizzo di una singola lente per l’intera gamma di materiali e spessori riduce i setup della macchina ed evita potenziali errori, offrendo una maggiore produttività e, di conseguenza, una maggiore redditività. Il performante cambio ugelli automatico e il controllo numerico AMNC 3i, semplice e intuitivo, sono ulteriori caratteristiche che assicurano la riduzione al minimo del setup macchina.
Controllo completo del mode del fascio
La tecnologia originale di AMADA per il controllo variabile del fascio è in uso già dal 2014. Permette un taglio altamente stabile sia di materiali sottili che spessi ed è in grado di adattare automaticamente il mode del fascio laser al tipo e allo spessore del materiale da lavorare. Il sistema non passa semplicemente da una modalità “sottile” a una modalità “spessa”. In modo incrementale cambia il mode
del fascio per fornire un controllo completo sull’intera gamma di materiali. Il mode può anche essere cambiato istantaneamente, passando dallo sfondamento al taglio, permettendo di ottenere sfondamenti ad alta velocità e di
aumentare la produttività.
Un altro vantaggio di questo sistema è che può essere utilizzata un’unica lente di taglio per lavorare l’intera gamma di materiali e spessori. Ciò riduce al minimo i setup necessari, minimizzando gli errori.

Controllo completo dello spot del fascio laser
“La nuova tecnologia AMADA di auto-collimazione permette di controllare con precisione le dimensioni dello spot del raggio laser e la posizione della focalizzazione, consentendo la rimozione senza soluzione di continuità del materiale fuso dall’interno del solco di taglio” spiega Pierluigi Vaghini, responsabile dell’Ufficio Engineering di AMADA Italia. “Questo ha risolto il problema che i laser a fibra standard possono avere durante la lavorazione di acciaio dolce di spessore elevato: se il materiale fuso non viene rimosso dal solco di taglio abbastanza rapidamente, la velocità di lavorazione deve essere ridotta. La tecnologia Auto Collimation di AMADA garantisce le più elevate velocità di
taglio con un’ottima qualità superficiale.
Ulteriori vantaggi della tecnologia Auto Collimation sono la migliore qualità del bordo tagliato e perpendicolarità del taglio notevolmente migliorata. Inoltre, un taglio più largo su materiali più spessi garantisce una facile rimozione dei pezzi per aumentare la produttività quando le parti vengono rimosse manualmente dall’operatore. Questa è anche la soluzione ideale quando si considera la rimozione automatica dei pezzi, fornendo una produzione altamente affidabile”.

L’alta velocità di sfondamento riduce i tempi di lavorazione
Grazie alla combinazione delle suddette tecnologie per il controllo variabile del fascio e di collimazione automatica, ENSIS-AJ da 6kW può perforare molto velocemente l’acciaio dolce di spessore elevato. La macchina può passare istantaneamente da un fascio ad alta potenza per la foratura a un taglio di alta qualità e ad alta velocità che offre tempi di lavorazione più rapidi. Lo sfondamento ad alta velocità consente di risparmiare fino al 57% del tempo di lavorazione su un intero foglio di lamiera.