Flessibili e su misura per tagliare e saldare la lamiera

Le soluzioni innovative e flessibili sviluppate da FANUC insieme con i partner tecnologici Applyca e Tecnorobot e messe in mostra a Lamiera spaziano dal taglio laser alla saldatura robotizzata basata su un robot collaborativo.

di Fabrizio Garnero

FANUC, lo specialista dell’automazione di fabbrica, mette a disposizione dei propri clienti diverse tecnologie e soluzioni per la lavorazione della lamiera. Dal taglio laser (a fibra o CO2) all’asservimento macchine con robot dedicati al carico/scarico e alla manipolazione della lamiera, FANUC offre agli integratori di sistemi le tecnologie necessarie alla realizzazione di soluzioni innovative vestite su misura secondo le specifiche richieste del cliente finale. Che si tratti di taglio, piegatura, saldatura o foratura, FANUC è in grado di supportare i suoi partner con soluzioni che assicurano prestazioni elevate e i costi più bassi per unità di prodotto. Ne è una concreta testimonianza la partecipazione di FANUC Italia a LAMIERA lo scorso maggio a fieramilano Rho dove ha proposto due soluzioni particolarmente interessanti per quanto concerne la lavorazione della lamiera sviluppate in sinergia con i partner tecnologici Applyca e Tecnorobot utilizzando i suoi prodotti.

Isola compatta per il taglio laser
Applyca, azienda friulana con pluriennale esperienza nel settore dell’assistenza tecnica e ora impegnata nella realizzazione di macchine, ha sviluppato in collaborazione con FANUC una soluzione per tutte le lavorazioni di lotti di alta qualità. Si chiama Robot Laser Cube ed è una macchina per il taglio laser in fibra piccola e compatta (appena 2.600 mm di lato), equipaggiata con controllo e sorgente laser FANUC. Robot Laser Cube si rivolge a tutte le aziende che realizzano lavorazioni laser di elevata qualità, dall’occhialeria agli utensili di precisione, e offre una risposta concreta alle necessità di definizione delle lavorazioni, affidabilità e contenimento dei costi.
L’innovativa isola di Applyca è una soluzione 100% made in Italy, che utilizza per la prima volta la tecnologia giapponese FANUC per controllo, sorgente laser e robot. Questo approccio “ONE FANUC” consente di affidarsi a un unico interlocutore per la tecnologia dei componenti da integrare e di contare su una rete di supporto capillare, affrontando con successo tutte le sfide globali.
Robot Laser Cube è equipaggiato con un piano di carico e scarico, interamente automatizzato, e sviluppato su due livelli. Data la sua architettura è possibile avviare una nuova fase di taglio in meno di 5 secondi. Il CAD/CAM installato nel controllo permette di individuare ogni singolo pezzo tagliato discriminando la singola commessa, ed è stato sviluppato dalla software house Alma Italia. È quindi possibile lanciare contemporaneamente diverse commesse nello stesso foglio di lamiera.
La macchina è asservita da robot FANUC M-710iC, completo di pinza versatile per la raccolta del singolo pezzo dopo il taglio. La macchina, equipaggiata con motori magnetici lineari che garantiscono elevata precisione, ha un’area di lavoro di mm 1.500 x 1.500 mm. L’asse Y, in alluminio, consente leggerezza e impareggiabili. Il miglioramento delle prestazioni in termini di velocità e precisione, dei costi ambientali e la facilità d’uso rendono questa isola in linea con i più attuali requisiti dell’Industria 4.0.

Robot in allestimento versatile per applicazioni di saldatura
Tecnorobot, azienda del lecchese che sviluppa, produce e commercializza sistemi robotizzati integrati esclusivamente con robot FANUC, ha realizzato tre particolari soluzioni robotizzate dedicate alla lavorazione della lamiera.
La prima consiste in un posizionatore a due stazioni molto versatile (disponibile in una vasta gamma di portate e taglie) equipaggiato con tre robot FANUC di nuova generazione impegnati in tre diversi processi: saldatura Mig-Mag, saldatura laser e taglio laser. Questa cella, completamente operativa in produzione, spinge all’estremo l’automazione implementando i processi contemporanei per portare a tempi ciclo particolarmente ridotti con elevata semplicità d’uso.
Nel secondo allestimento, la massima flessibilità e l’assenza di attrezzature permettono una produzione snella, veloce e semplice. Qui un robot FANUC R-2000, equipaggiato al polso con una pinza di presa pezzi e integrato con il kit plug-and-play iRVision 2D per il riconoscimento pezzi, insieme con un secondo robot LR Mate forma una soluzione allo stato dell’arte che permette di prelevare pezzi tramite pinza ed eseguire la saldatura senza necessità di attrezzature.
Infine, la stazione mobile di saldatura TRCOW apre il mondo del welding ai cobot integrando su una piattaforma movibile su ruote un robot collaborativo FANUC dotato di Hand Guidance, che rende la programmazione facile e intuitiva e permette l’immediato ingresso in produzione, sia per pezzi singoli che per serie. La cella integra inoltre un kit di saldatura Cea ad alte prestazioni.