Ecco il cobot costruito per fare di più

Costruito per fare di più, UR16e, il nuovo robot collaborativo della gamma e-Series pensato per gestire attività caratterizzate da carichi fino a 16 kg, espande, di fatto, l’offerta di robotica collaborativa di Universal Robots offrendo uno strumento che permette performance di carico elevate senza rinunciare a precisione e flessibilità. UR16e combina alla notevole capacità di carico un raggio d’azione di 900 mm e una ripetibilità di ±0,05 mm, caratteristiche che lo rendono adatto a essere integrato in una vasta gamma di applicazioni caratterizzate da carichi pesanti.

di Fabrizio Cavaliere

Siamo in piena quarta rivoluzione industriale; quella della digitalizzazione di fabbrica per intenderci. Grazie alle tecnologie digitali le macchine sono oggi capaci di settarsi da sole e autoregolarsi durante le lavorazioni per produrre, in modo efficiente, miscellanee di pezzi un tempo inimmaginabili. Ma non solo; le macchine sono interconnesse fra loro e in grado di scambiarsi informazioni e di comunicare con l’intera fabbrica per migliorare le condizioni di lavoro, aumentare la produttività degli impianti e la qualità del prodotto. È la Smart Factory, quella in cui tutti gli attori coinvolti nel processo produttivo, operatori, macchine e strumenti, collaborano in modo intrinseco e univoco, come non mai.
Nella cosiddetta Industria 4.0, i robot sono, infatti, usciti dalle gabbie e sono sempre più collaborativi, le macchine informano sul loro stato di salute per consentire di intervenire in modo predittivo, ridurre le inefficienze ed evitare guasti e fermi macchina improduttivi. L’automazione di processo è, dunque, nella maggioranza dei casi, l’unica via percorribile sulla strada dell’efficienza e dell’eliminazione dei tempi improduttivi e i robot, in generale, e i cobot, in particolare, sono gli assoluti protagonisti di questa evoluzione, sono i nuovi colleghi al servizio del lavoro dell’uomo.
In questo scenario, Universal Robots è portatrice sana di tecnologia e innovazione nel campo della robotica collaborativa, dall’alto del suo parco installato di oltre 37.000 cobot che la rende autorevole riferimento di mercato. Un ruolo guadagnato sul campo con determinazione e lungimiranza, quella stessa che dimostra ancora una volta presentando – con una serie di eventi in contemporanea tutto il mondo – UR16e, il nuovo robot collaborativo della gamma e-Series pensato per gestire attività caratterizzate da carichi fino a 16 kg.
“In Universal Robots stiamo continuando a spingere in avanti il limite delle possibilità di automazione offerte dalla robotica collaborativa” commenta il presidente di Universal Robots Jürgen von Hollen. Oggi stiamo rendendo più semplice che mai sfruttare la potenza dell’automazione introducendo sul mercato un cobot creato per fare di più, che offre più payload rispetto a tutti gli altri cobot sul mercato”.

Il più “capace” sul mercato
UR16e combina una notevole capacità di carico (la più elevata della propria categoria) con un raggio d’azione di 900 mm e una ripetibilità di ±0,05 mm, caratteristiche che ne fanno non solo il più “capace” cobot sul mercato, ma anche il più preciso secondo UR, adatto per essere integrato in una vasta gamma di applicazioni caratterizzate da carichi pesanti. Parliamo, per esempio, di automatizzare applicazioni di machine tending, packaging, assemblaggio, avvitatura, trattamenti e finiture superficiali.
“Le attuali incerte condizioni di mercato spingono i produttori a ricercare soluzioni di automazione flessibili per rimanere competitivi” afferma nuovamente il presidente di Universal Robots von Hollen. “Con UR16e abbiamo offerto alle imprese un robot collaborativo in grado di gestire task caratterizzati da carichi elevati con precisione e affidabilità. Questo lancio espande significativamente la versatilità del nostro portfolio di prodotti e offre ai produttori ancora più modi per migliorare prestazioni, superare le sfide e accrescere il proprio business”.

Gestisce con flessibilità ed efficienza la movimentazione dei pezzi pesanti
Sviluppato sulla base della piattaforma e-Series, UR16e offre diversi vantaggi alle imprese che lo adottano, tra cui spicca ovviamente la possibilità di migliorare l’ergonomia delle operazioni caratterizzate da carichi elevati riducendo, al contempo, costi di gestione e rischio di infortuni al personale. La capacità di carico di UR16e permette alle imprese di gestire con flessibilità ed efficienza la movimentazione di materiali e pezzi pesanti sollevando gli operatori da queste attività. Robusto e affidabile, UR16e è l’ideale per l’automazione di carichi elevati e applicazioni di machine tending su CNC, garantendo un’estrema precisione che Universal Robots indica come la più alta nel segmento.
Un’integrazione veloce e semplice, una programmazione rapida e dimensioni contenute completano il novero delle peculiarità dell’UR16e che si candida autorevolmente come soluzione per accelerare e semplificare il processo di automazione delle imprese. Programmazione e integrazione nei processi sono alla portata di ogni operatore, indipendentemente dalle competenze possedute. Come ogni cobot UR anche UR16e offre una ease-to-use tale da entrare in produzione in appena un’ora dall’uscita dalla scatola. Le dimensioni contenute (33kg per un ingombro alla base di appena 190 mm) ne consentono un’integrazione agevole anche in layout particolarmente saturi.
Come ogni altro cobot della gamma e-Series (UR3e, UR5e, UR10e) UR16e integra un sensore di forza/coppia e 17 safety native configurabili in base alle esigenze produttive, inclusi tempo e distanza di arresto personalizzabili. Il sistema Polyscope 5.5 offre infine un’esperienza di programmazione intuitiva e user friendly. UR16e rispetta i più stringenti standard di sicurezza, inclusi le EN ISO 13849-1, EN ISO 10128-1, Pld, Category 3.

Il più completo set di strumenti al servizio delle imprese
Universal Robots ha fortemente contribuito a cambiare radicalmente i paradigmi che descrivevano l’automazione industriale. Per oltre dieci anni UR ha dato ai produttori la possibilità di potenziare, efficientare e velocizzare i propri processi attraverso un’automazione accessibile, semplice e sicura. Oggi UR16e, e l’intera gamma e-Series, offrono ancora di più. Diversamente dall’automazione tradizionale – sovente caratterizzata da elevata complessità integrativa e di programmazione, dalla necessità di ingombranti e costose misure di sicurezza – i cobot Universal Robots offrono alle imprese di ogni settore e dimensione la possibilità di automatizzare i processi in tempi rapidi e con costi contenuti, senza richiedere radicali trasformazioni del layout per essere integrati.
Gli oltre 37mila cobot UR installati in ogni angolo del globo, automatizzano attività ripetitive, noiose, poco ergonomiche in migliaia di ambienti produttivi diversi. Gestiscono processi di pick&place, polishing, pallettizzazione, asservimento macchine, avvitatura e serraggio. La rivoluzionaria piattaforma collaborativa di UR – che fa perno sulla gamma cobot e-Series – include anche Universal Robots+ (un ecosistema aperto di accessori ed EOAT sviluppati da terze parti e certificati all’uso con i cobot UR), Universal Robots Academy (il primo e unico e-learning gratuito per la programmazione di base dei cobot UR) e l’Application Builder (il tool di sviluppo semplificato e guidato di applicazioni complesse). L’insieme rappresenta il più completo set di strumenti al servizio delle imprese per supportarle nel processo di automazione.