Prima era fresatura e adesso è anche tornitura

Grazie alla sua gamma completa di soluzioni robotizzate, macchine utensili e sistemi CNC che comunicano tra loro senza soluzione di continuità, in EMO FANUC ha confermato il suo ruolo di specialista dell’automazione di fabbrica. Tra le tante soluzioni in mostra, una segnalazione particolare merita il nuovo centro di tornitura di alta precisione ROBONANO α-NTiA che ha fatto il suo debutto europeo proprio ad Hannover.

di Elisabetta Brendano

Da un punto di vista dell’automazione, protagonista assoluto dello stand FANUC in EMO è stato FIELD (FANUC Intelligent Edge Link and Drive), piattaforma per l’Industrial Internet of Things che collega tra loro le soluzioni FANUC e di terze parti per assicurare l’accesso rapido e centralizzato a tutti i dati relativi alla produzione. Diversamente da altre soluzioni IIoT, FIELD è un sistema “edge-heavy”. Ciò significa che i dati vengono raccolti e processati alla sorgente, direttamente in produzione, senza passare dal cloud; il vantaggio è che gli operatori possono accedere a dati e statistiche molto più accurati in tempo reale. Presentate in fiera anche una serie di nuove, utili funzioni per i CNC e drive FANUC. Tra queste, la più importante è Edge Analyzing Unit, un tool per il monitoraggio delle condizioni operative che può essere installato su qualsiasi macchina che monta un CNC FANUC, anche di fabbricazione non recente.
Altra novità vista ad Hannover è la funzione AI Servo Monitor, che analizza e valuta i dati di mandrini e assi di alimentazione alimentati da servoazionamenti. AI Servo Monitor calcola in modo intelligente un’anomalia dai dati raccolti e avvisa quando il valore di soglia viene superato. In questo modo gli operatori possono programmare la manutenzione prima che avvengano guasti che possono provocare danni.
Per quanto riguarda l’integrazione dei robot in scenari produttivi, FANUC ha proposto il pacchetto QSSR (Quick and Simple Start-up of Robotization), software che rende particolarmente semplice il collegamento di un robot alla macchina agevolando l’impostazione dei parametri e attivando la messa in servizio in pochi istanti, rendendo l’operatività immediata.
Ad Hannover sono stati anche presentati alcuni nuovi robot industriali, come i modelli M-10iD/12 e M-20iD/25. Il primo era impegnato in una cella di carico/scarico, mentre il secondo in una cella di sbavatura che fabbricava componenti utilizzati successivamente nella realizzazione dei robot dell’azienda giapponese.

Finiture superficiali a livello nanometrico
Oltre ai sistemi destinati ad automatizzare i processi di produzione, grande interesse hanno riscosso anche le macchine FANUC. Diversi i centri di lavoro verticali ROBODRILL in mostra (in fiera sono state, tra l’altro, presentate due celle impegnate in differenti lavorazioni). In mostra anche due macchine per EDM a filo ROBOCUT (ROBOCUT α-C400iB e ROBOCUT α-C800iB) e una pressa per lo stampaggio a iniezione full electric ROBOSHOT α-S130iA.
Al suo debutto europeo era invece il nuovo centro di tornitura ad alta precisione ROBONANO α-NTiA appartenente alla serie ROBONANO. Questa linea di macchine è stata concepita per rispondere in maniera efficace alle richieste di mercati in crescita (come quelli dei componenti ottici destinati all’eyecare, al medicale, all’automobilistico e all’aerospaziale) alla ricerca di una finitura di superfici ottiche di qualità. Con ROBONANO è possibile infatti conseguire un’elevata precisione, una risoluzione pari a 0,1 nm e grande stabilità nel posizionamento finale. Su queste macchine si può ottenere finiture superficiali a livello nanometrico e superfici a forma libera molto accurate in grado di soddisfare i requisiti di applicazioni particolarmente impegnative. Alcuni esempi includono lenti sferiche e asferiche utilizzate nelle applicazioni informatiche (IT), modificatori di luce per installazioni a LED, display head-up di diverse dimensioni impiegati nell’industria automobilistica, canali microfluidici utilizzati nello sviluppo di dispositivi LOC (lab-on-a-chip), … La serie ROBONANO è disponibile in due modelli: ROBONANO α-NMiA per fresatura tracciatura a 5 assi e la nuova ROBONANO α-NTiA per applicazioni di tornitura, presentata ufficialmente in Europa ad Hannover. Coloro che hanno avuto modo di visitare lo stand FANUC avranno assistito a dimostrazioni dal vivo sia del nuovo centro di tornitura ROBONANO α-NTiA sia di ROBONANO α-NMiA, equipaggiati con il nuovo sistema di misura in macchina Smart M-Form. ROBONANO α-NTiA ha dato prova di un’elevata precisione e di un’alta capacità di finitura superficiale lavorando dal vivo l’inserto di uno stampo per un componente ottico. ROBONANO α-NMiA ha dimostrato invece tutte le sue potenzialità in termini di precisione nella realizzazione di un inserto per stampi per sistemi HUD (automotive head-up display) con opzione Smart M-Form. Presso lo stand è stato possibile vedere anche alcuni esempi di diverse applicazioni, come la finitura di superfici di alta precisione di qualità ottica e la lavorazione dell’acciaio per stampi e di altri materiali.

Sistemi di metrologia utilizzabili tramite il pannello operatore
Nel centro di tornitura ad alta precisione ROBONANO α-NTiA gli assi X e Z sono gestiti da motori lineari FANUC, e offrono una corsa di 200 mm e un avanzamento fino a 1.000 mm/min. È disponibile anche un’opzione per l’asse B in modo da fornire alla macchina la flessibilità di una tavola rotante progettata per le applicazioni più avanzate. Tutti gli assi sono dotati di cuscinetti idrostatici. Il mandrino macchina può raggiungere i 4.000 giri/min. Gli accessori standard includono il più recente CNC FANUC, pannello operatore con ampio schermo touchscreen, centralina idraulica e smorzatore di vibrazioni a pavimento. Di serie sono inclusi anche sistemi di raffreddamento ad acqua attiva e di controllo della temperatura dell’aria compressa, in modo da garantire una lavorazione stabile nel tempo.
Come è stato già detto, ROBONANO α-NTiA va ad affiancarsi al centro di fresatura e tracciatura a 5 assi ROBONANO α-NMiA, introdotto nel mercato europeo nel 2018. Entrambe le macchine sono caratterizzate da un’elevata precisione di posizionamento e da una risoluzione del comando di programmazione di 0,1 nanometri, pari a 10-10 metri o 1 Angstrom, l’unità di lunghezza utilizzata per misurare le dimensioni di molecole e atomi.
Tutte le ROBONANO utilizzano la tecnologia di automazione standard di FANUC che comprende CNC, motori lineari, motori torque, amplificatori e interfacce uomo-macchina (HMI). Inoltre, FANUC ha sviluppato un portautensili proprietario per la tornitura con utensili a punta singola e un portautensili per la fresatura di superfici ottiche con frese diamantate.
Per migliorare ulteriormente la facilità d’uso di ROBONANO, FANUC ha aggiunto una nuova strumentazione metrologica utilizzabile tramite il pannello operatore per impostare il processo ed eseguire la valutazione della qualità mediante misurazioni in macchina.
L’ultima aggiunta a questo set di strumenti versatili è la nuova opzione Smart M-Form, utilizzabile su entrambe le versioni di ROBONANO (fresatura e tornitura) per misurare coordinate a velocità fino a 1.000 mm/min con risoluzione fino a 0,1 nm e forza di contatto molto bassa.