Consegnata la 500esima foratrice

Dopo il 30° anniversario di I.M.S.A. celebrato nell’autunno dello scorso anno, l’autunno di quest’anno ha portato alla celebrazione di un altro importante traguardo: la cinquecentesima macchina prodotta dal costruttore italiano di macchine di foratura profonda (che già costituisce un apprezzato traguardo) che coincide inoltre con il primo esemplare del modello MF1350EVO.

Dedicata a stampi fino a 12 t, dotata di tavola girevole e unità di lavorazione inclinabile, ed equipaggiata di unità a doppio mandrino (foratura 11 kW, 4.200 giri/min; fresatura ISO40, 18 kW, 6.000 giri/min), la nuova macchina di foratura profonda e fresatura MF1350 EVO è stata installata i primi giorni di novembre presso Exacta Stampi di Verano Brianza (MB), che fin dal 1996 utilizza le soluzioni I.M.S.A. per la foratura profonda.

A partire dalle prime foratrici di concezione tradizionale, l’evoluzione è stata progressiva e costante, e oggi le foratrici serie EVO costituiscono per I.M.S.A. lo stato dell’arte.

Delle 500 macchine finora realizzate, circa 410 sono in funzione presso costruttori di stampi per iniezione plastica e conto-terzisti che si occupano di foratura e fresatura di stampi e blocchi; altre 90 foratrici sono invece dedicate a solidi di rotazione come alberi del cambio, ingranaggi, iniettori, ingrassatori, spinotti, steli e in generale pezzi cilindrici da forare lungo il loro asse di rotazione.

Oltre all’attività di ricerca e sviluppo per le proprie foratrici, l’azienda ha rivolto i suoi più recenti investimenti a magazzini automatici e macchine per ampliare la capacità produttiva interna, come un centro di lavoro di grandi dimensioni, e su investimenti “green” come l’ampliamento dell’impianto di pannelli fotovoltaici (186 kWp), e l’installazione di un impianto ibrido di raffrescamento e riscaldamento gestito da pompa di calore per l’intera struttura produttiva di Barzago (LC).

Un bel segnale di continuità arriva anche dalla presenza in azienda dei figli dei titolari.