La tradizione si rinnova…

A oggi Elbo Italy (azienda di proprietà di Eredi Bassi Araldo) conta più di 70.000 apparecchi venduti e oltre 200.000 sistemi di misura (righe ottiche, encoder, sistemi magnetici). L’obiettivo che l’azienda si è prefissata per il 2020 è quello di creare un visualizzatore di quote per trapano radiale che permetta di lavorare sulla macchina ragionando come se fosse una fresatrice.

di Sara Rota

Da oltre 55 anni, Elbo Italy (azienda acquistata qualche anno fa dalla ditta Eredi Bassi Araldo che ha scelto di mantenere in vita lo storico marchio Elbo) progetta e costruisce sistemi di misura per macchine utensili. Grazie a un continuo aggiornamento e a un’assistenza tempestiva, il numero di aziende che negli anni ha scelto di utilizzare i prodotti a marchio Elbo è in costante aumento, in Europa così come in Asia, in Australia e negli Stati Uniti.
Era il 1964 quando la società veniva fondata a Bologna, lanciando sul mercato il suo primo visualizzatore di quote, un prodotto innovativo per l’epoca in quanto abbinato a sistemi di misura a cremagliera con una risoluzione pari a 0,1 mm. Ma la pietra miliare dell’azienda risale al 1986, quando cioè inventò il suo primo visualizzatore con funzione di foratura su flangia. Si trattava del modello VS3, il cui display veniva abbinato a righe ottiche con risoluzione centesimale pari a 0,01 mm. Grazie a questo prodotto la società è riuscita ad ampliare i propri mercati e “andare alla conquista” di Paesi come il Canada, l’Australia, l’India, la Corea, la Cina, il Sud Africa, ecc…

Una gamma di produzione in costante evoluzione
La gamma di prodotti si amplia ulteriormente nel 1994, anno in cui vengono lanciati sul mercato i visualizzatori di quote serie EV, soggetti a un costante aggiornamento e tutt’oggi utilizzati in applicazioni speciali. Nel corso degli anni sono stati venduti oltre 30.000 esemplari di questi visualizzatori e, in parallelo, sono state create le righe ottiche Optik che permettono di lavorare con una risoluzione pari a 0,005 mm.
Nel 2006 inizia la produzione della serie di visualizzatori Alfa, a cui presto si affiancano oltre ai classici visualizzatori per fresatrici Leonardo e per tornio Giotto due nuove serie di visualizzatori: Elektra, per elettrorosioni a tuffo con il controllo dell’asse Z e Plano, destinato a equipaggiare le rettificatrici. I sistemi di visualizzazione Elbo vengono prodotti insieme alle righe ottiche della linea GT con risoluzione fino a 0,001 mm e abbinabili anche ai controlli numerici.
La gamma di prodotti a marchio Elbo si amplia ulteriormente nel 2008, con l’introduzione sul mercato del posizionatore Genius che permette di trasformare una vecchia fresatrice/alesatrice manuale in una macchina gestita da un controllo numerico di semplice concezione programmabile in ISO. Il suo utilizzo permette inoltre di azzerare i giochi meccanici grazie alla precisione delle righe ottiche. La serie Genius, con cui Elbo è andata alla “conquista” del mercato dell’Est e principalmente Russia e Romania – trova soprattutto applicazione su alesatrici e fresatrici a banco fisso di grandi dimensioni. Per fornire un prodotto ancora più affidabile, nel 2012 Elbo ha rinnovato completamente la linea Alfa che può adesso disporre di 200 utensili richiamabili in qualunque momento.

Una soluzione universale “all in one”
Nel 2014 nasce la linea di visualizzatori di quote Sextant caratterizzata da una struttura particolarmente solida. Diverse le varianti disponibili: Sextant M (destinata a equipaggiare fresatrici e alesatrici a due e tre assi con risoluzione 0,5-1-2-5-10 µm), Sextant L (per la gestione di torni a due e tre assi e con risoluzione 0,5-1-2-5-10 µm), Sextant LCD4 (per fresatrici e alesatrici a quattro assi e con una risoluzione pari a 1-5-10 µm) e Sextant TP (destinato a equipaggiare trapani radiali e con una risoluzione di 0,5-1-2-5-10 µm). La più recente novità andata ad arricchire la gamma di prodotti a marchio Elbo è il modello Galileo.
Lanciato sul mercato a settembre dello scorso anno, con risoluzione 1-5 µm e con assi X, Y e Z, Galileo è un visualizzatore universale “all in one” progettato per ogni tipo di applicazione su torni, fresatrici, rettificatrici e macchine per EDM. Con lo stesso apparecchio è infatti possibile selezionare le funzioni in base all’utilizzo.
I visualizzatori serie Galileo possono accettare sia righe incrementali che semiassolute. Sono dotati di un sistema di correzione della misura, lineare e a punto punto (massimo 200 punti distribuiti su tutta la corsa dell’asse).
Le funzioni messe a disposizione dell’operatore sono tutte standard, più alcune specifiche in base alla macchina a cui è destinato.
Oggi Elbo Italy conta più di 70.000 apparecchi venduti e oltre 200.000 sistemi di misura (righe ottiche, encoder, sistemi magnetici).
L’obiettivo di Eredi Bassi Araldo per il 2020 è quello di creare un visualizzatore di quote per trapano radiale, che permetta di lavorare sulla macchina ragionando come se fosse una fresatrice.