Quella “spinta” in più per gestire qualsiasi tipo di lavorazione

In un’era come quella attuale, ricca di nuove tecnologie e neologismi, le aziende creano spesso nuovi acronimi per accrescere la propria visibilità sul mercato a livello globale. In linea con questo trend, CIMsystem ha sintetizzato la filosofia alla base della nuova versione del CAM RhinoNC con la sigla PFS, il cui acronimo (tradotto) sta per Potente, Flessibile e Semplice.

di Sara Rota

La nuova versione del software RhinoNC include alcuni moduli destinati alla fresatura, al taglio, alla tornitura, al deposito del materiale, alla saldatura e all’asservimento le cui funzioni permettono di utilizzare RhinoNC in tutte le fasi di produzione.
In linea con la filosofia PFS (Potenza, Flessibilità e Semplicità) che caratterizza RhinoNC, nella nuova versione del CAM proposto da CIMsystem la potenza si ritrova nella completezza dei parametri e nelle opzioni disponibili per lo svolgimento di varie strategie di lavoro. Ne sono un esempio la gestione degli utensili da taglio come mole e coltelli, la gestione dei punti di saldatura in contornatura a cinque assi continui, il deposito materiale a cinque assi con la possibilità di gestire le temperature del materiale, …
La flessibilità, altro elemento distintivo di RhinoNC, si riferisce invece alla struttura interna del CAM, capace di gestire in maniera ottimale ogni tipo di macchina utensile cartesiana e varie tipologie di robot antropomorfi, con la possibilità di gestire in maniera sempre più personalizzata post processori e interfacce di collegamento ad altre unità produttive dell’azienda. Ciò vuol dire che tutte le strategie di lavoro di RhinoNC possono essere progettate allo stesso modo e poi applicate in automatico a diverse macchine. Una semplice contornatura può, ad esempio, essere utilizzata da una fresatrice tradizionale per lavorare acciaio, come su una macchina per tagliare con un coltello la pelle, o ancora per movimentare un robot antropomorfo in fase di saldatura multiasse. Il terzo aspetto che identifica il prodotto, ovvero la semplicità, viene garantito dalla presenza di un’interfaccia moderna e personalizzabile. L’utilizzo di RhinoNC risulta infatti particolarmente facile e veloce nell’apprendimento, sia da parte degli utenti meno esperti sia da quegli operatori che lavorano tutto il giorno con il CAM ma che svolgono anche altre attività nel corso della giornata.
È sufficiente un training di pochi giorni, perché gli utenti riescano ad apprendere i comandi principali, con la possibilità di avvalersi di un aiuto interattivo del software che guida l’operatore alla creazione delle varie strategie attraverso Wizard guidati e immagini esplicative dei vari comandi.

Un solo file con tutte le informazioni
RhinoNC è disponibile in diverse versioni. Come plugin di Rhinoceros, offre la possibilità di sfruttare tutte le funzionalità CAD nella stessa interfaccia di lavoro e può gestire un solo file in cui trovare tutte le informazioni sulle geometrie, sulle strategie di lavoro e sui percorsi utensili generati.
Un’altra versione di RhinoNC utilizza un’interfaccia stand-alone, in cui si visualizza la parte di gestione delle lavorazioni e solo alcuni comandi CAD di asservimento, in modo da non appesantire troppo la struttura grafica del software, soprattutto per quegli utenti che non conoscono Rhinoceros o non si occupano della parte CAD. Per chi invece desiderasse avere un’interfaccia propria con una sua struttura ad hoc, è possibile personalizzare l’applicazione, aspetto particolarmente utile per i costruttori di macchine utensili che vogliono avere un software CAM con il loro brand.